mmtourguide

TENDENZE DEL TURISMO NEL 2021

In questo primo articolo che scrivo nel 2021 ho pensato di proporvi alcune riflessioni sulle prospettive di viaggio dei turisti globali in questo anno che è appena iniziato.

Il mercato del turismo, soprattutto a partire dalla seconda metà del 2020, ha cercato di esaminare costantemente quale sarà il proprio futuro, basandosi soprattutto sull’evoluzione della pandemia e delle relative misure di protezione che i vari paesi hanno adottato. Tutte le maggiori organizzazioni internazionali del settore hanno prodotto ricerche e sondaggi interessanti sulle prospettive del 2021, e tutte concordano su alcuni punti che mi hanno particolarmente colpito.

Così come qualunque professionista che lavora nel turismo, in questi ultimi mesi il mio impegno maggiore è stato ed è quello di valutare cosa modificare e cosa migliorare nel mio lavoro, ma la piccola soddisfazione che sto avendo nello studiare le ricerche fatte è che oggi più che mai il ruolo della guida di turismo, soprattutto nei viaggi internazionali, è e sarà sempre di più fondamentale. Per spiegarmi meglio vediamo insieme alcune tendenze del turismo 2021:

  • Il concetto di distanziamento sociale continuerà ad essere presente nella vita di tutti noi, sia esso obbligatorio per legge o semplicemente consigliato.

La tendenza del turista del 2021 è preferire viaggi ed esperienze possibilmente di coppia, di famiglia o di amici piuttosto che partecipare ai grandi viaggi organizzati. Trasferimenti in auto o con mini-bus, visite e tour con un numero di partecipanti ridotto sono solo due esempi di questa nuova realtà. MM TOURGUIDE, agenzia specializzata in tour ed escursioni private, ha nel proprio DNA questi concetti: costruire insieme con il cliente un soggiorno “su misura” a Rio de Janeiro, a partire dal suo arrivo in aeroporto e lungo tutta la durata della sua permanenza. La scelta di proporre principalmente tour di esperienza per piccoli gruppi permette alla guida di poter dare il meglio della sua professione, selezionando le tematiche più interessanti per i partecipanti, uscendo dagli standard e dalle tempistiche rigide e rendendo l’esperienza unica.

  • Le condizioni d’igiene saranno un fattore fondamentale nella scelta dei luoghi dove viaggiare.

Il ministero del turismo brasiliano, i singoli stati che compongono l’Unione e praticamente tutte le città turistiche del Brasile hanno adottato da mesi delle regolamentazioni specifiche per ogni tipologia di operatore che fa parte della catena del turismo: hotels, ristoranti, mezzi di trasporto e guide di turismo sono tenuti a rispettare i protocolli di igiene previsti sotto pena di multe pesanti in caso di non rispetto.

In questo caso la guida di turismo è forse la parte più sensibile della catena, poiché si trova costantemente a diretto contatto con i clienti. Questa la ragione per la quale l’attenzione che ogni guida deve avere nello svolgimento della propria professione è massima. Personalmente ho aderito già da molti mesi al protocollo previsto dal ministero, così come la stragrande maggioranza delle guide in attività, ma ho aggiunto alla mia routine quotidiana di lavoro l’aggiornamento costante sulle misure di restrizione, flessibilizzazione ed eventuali lockdown che le città ed i punti turistici che fanno parte dei miei tour ed escursioni vanno via via attuando. In questo modo, prima ancora dello svolgimento del tour o dell’arrivo a Rio dei clienti posso preparare il programma in linea con le varie regolamentazioni, avvisandoli preventivamente su come verrà svolto ed evitando che i passeggeri (soprattutto quelli stranieri) debbano passare ore su internet per raccogliere le informazioni, spesso presentate in una lingua poco familiare.

  • Attività all’aria aperta e turismo outdoor.

Tutte le indagini e gli studi internazionali concordano sul fatto che la scelta di luoghi dove sia possibile svolgere attività ed esperienze all’aria aperta sarà basilare nella scelta di un viaggio.

Il clima di Rio de Janeiro gioca un ruolo fondamentale in questo senso. Per esperienza personale di europeo che vive in Brasile posso dire che le attività all’aria aperta fanno parte della routine quotidiana del popolo carioca ed il grande vantaggio di avere sole e caldo praticamente tutto l’anno favorisce la possibilità di organizzare un viaggio a Rio senza troppo preoccuparsi delle stagioni.

Oltre alla questione climatica, le innumerevoli bellezze naturali della città e dello stato di Rio rendono possibile organizzare escursioni per tutti i gusti: mare, montagna, laghi, campagna o foresta tropicale. Nel panorama delle escursioni regolari che ho progettato sono davvero tante le proposte all’aria aperta, ma vi anticipo che nei mesi prossimi potrete conoscere alcuni nuovi programmi esclusivi che vi permetteranno di scegliere fra una gamma piuttosto vasta di attività sportive e camminate nei più diversi angoli dello stato.

  • Remote escapes.

I viaggiatori del 2021 preferiranno luoghi meno affollati e sicuramente meno noti ai “turisti”.

Nell’articolo di presentazione di questo blog avevo scritto sugli errori di molti turisti: “pensare che turisticamente parlando Rio de Janeiro sia una specie di oasi nel mezzo di un deserto che termina a sud con le Isole Tropicali e Paraty e a nord con Buzios, Arraial do Cabo e Cabo Frio. Altro stereotipo nazionale e internazionale!”

Lungo questi mesi ho seguito molti incontri virtuali di operatori turistici pubblici e privati che stanno elaborando progetti per dare visibilità a regioni e città dello stato di Rio che ancora non fanno parte a pieno titolo dell’offerta turistica, soprattutto internazionale.

Credo che uno dei compiti fondamentali della guida di turismo sia di conoscere pienamente e a fondo i luoghi dove vive e lavora. Sono assolutamente convinto che qualunque turista viene a Rio de Janeiro debba conoscere la città e le sue tante meraviglie che offre, ma il mio compito di guida nel 2021 sarà, ancora di più che in passato, duplice:

  • organizzare le visite ai punti turistici della città pensando in anticipo ad evitare il più possibile le agglomerazioni di persone
  • proporre itinerari ed escursioni differenti e alternativi che permettano ai turisti di conoscere, oltre ai luoghi più rinomati, città e regioni dello stato di Rio altrettanto interessanti e ricche di attrattive.

Nel panorama delle proposte di MM TOURGUIDE tutti i tour e le escursioni sono stati pensati da sempre con questi due propositi; i tour della città di Rio sono programmati con orari che possano evitare al massimo code e tempi di attesa nei principali monumenti e nei luoghi visitati. Le escursioni fuori città propongono visite alla scoperta di città più piccole e regioni che non fanno parte dei programmi “mordi-e-fuggi” (penso a Petrópolis, a Niteroi, a Maricá, alla Valle del Caffè solo per fare alcuni esempi).

Il mio impegno professionale non vuole però fermarsi qui, e durante i prossimi mesi ho in programma un viaggio da nord a sud, da est a ovest dello stato di Rio per programmare nuove escursioni in quei luoghi dove le agenzie tradizionali non vi porteranno mai… Sarà una sfida avvincente e faticosa, ma sono sicuro che il risultato sarà di proporvi programmi di visita che stupiranno chiunque per la bellezza dei luoghi e le ricchezze storiche e naturali che offriranno!

  • L’ausilio di esperti e la programmazione minuziosa saranno alla base di qualunque viaggio internazionale.

Sono molti coloro che hanno sempre apprezzato l’avventura, scegliendo di partire verso l’ignoto e rinunciando a qualsiasi forma di organizzazione. Un’esperienza che oggi sembra difficile da replicare. La tendenza sarà di progettare attentamente la vacanza, affidandosi ad esperti che possano consigliare le migliori soluzioni di viaggio e in grado di risolvere qualsiasi problema possa insorgere durante le permanenza, soprattutto all’estero.

L’ausilio di una guida di turismo che accompagni il cliente durante tutto il suo soggiorno, ancora di più se a migliaia di chilometri da casa, è fondamentale.

Lo è ancora di più quando, come molto spesso avviene a Rio de Janeiro, i turisti hanno poca o nessuna dimestichezza con la lingua portoghese.

La mia esperienza di guida, seppure non troppo lunga nel tempo, mi ha già molte volte insegnato che la nostra professione non si ferma a presentare luoghi e monumenti ma deve ausiliare il turista, soprattutto il turista straniero, in tutta la sua vacanza. Potrei fare un lunghissimo elenco di informazioni di cui moltissimi turisti in arrivo in Brasile per la prima volta hanno bisogno; solo per fare degli esempi: il cambio, le connessioni telefoniche e internet, dove fare acquisti, come richiedere lo spostamento di un volo o la prenotazione nell’hotel di un’altra città, come muoversi in maniera indipendente la sera e quali luoghi frequentare… Certo, il web aiuta molto approfittando delle esperienze precedenti di altri viaggiatori, ma scorrendo sui siti di turismo ho spesso l’occasione di leggere commenti che risalgono a parecchi anni fa e che non sono più attinenti con la realtà di oggi. La prima cosa che faccio quando lascio i turisti in hotel, anche nel caso di un solo giorno di tour insieme o nel caso di un semplice transfer dall’aeroporto è dare il mio recapito telefonico pregandoli di chiamarmi per qualunque necessità di informazioni abbiano. Prima di diventare guida sono stato per molti anni turista in Brasile e so quanta tranquillità mi dava avere un contatto anche solo telefonico con una persona che parlava la mia stessa lingua e che conosceva a fondo il luogo dove stavo passando le vacanze.

Trasmettere questa stessa tranquillità fa parte del mio lavoro quotidiano, ancora di più oggi, dove l’ausilio di una figura professionale che possa risolvere i piccoli e grandi problemi della vacanza è visto come un “plus” fondamentale.

Scrivendo questo articolo mi è venuto il dubbio di cadere nell’auto-celebrazione e nel marketing personale. Nella realtà le riflessioni che ho fatto sul mio lavoro vogliono essere solo la dimostrazione dell’impegno e dei progetti che sto realizzando per tutti i futuri amici e amiche che vorranno appoggiarsi a me per le prossime vacanze a Rio, e che sono in linea con la visione del nuovo turismo post-pandemia. Sono peraltro assolutamente convinto che la maggior parte dei miei colleghi guide di Rio e la maggior parte delle agenzie che operano nella nostra città seguano queste stesse linee e mi sento quindi di concludere consigliando a tutti di visitare la Città Meravigliosa e lo stato di Rio con la tranquillità che solo i professionisti del turismo, siano essi tour operator, agenzie o guide, possono garantirvi.

A presto!

Marcello

BrazilFrenchItaly