Articolo del 02/08/2020

L’ordinanza firmata congiuntamente dai Ministeri della Casa Civile, delle Infrastrutture, della Giustizia e della Pubblica Sicurezza e della Sanità e pubblicata in una sezione supplementare della Gazzetta Ufficiale il 29/07 libera l’ingresso dei turisti stranieri in aereo. Nell’ordinanza precedente erano autorizzati solo i viaggi di lavoro.
La nuova ordinanza elimina l’obbligo del test Covid, ma crea il requisito dell’assicurazione malattia per l’iscrizione. “Questo è un modo per prendere precauzioni contro l’affollamento del sistema sanitario pubblico, ma sarebbe interessante mantenere il test o qualche altro tipo di controllo sanitario all’ingresso”, dice Diana Quintas, direttrice di Abemmi (Associazione di esperti in materia di migrazione e mobilità internazionale) e membro di Fragomen, la più grande e antica azienda di migrazione del mondo. Diana ricorda che è la prima volta che il Brasile obbliga i turisti stranieri a stipulare un’assicurazione sanitaria.
Al momento quasi tutti gli stati possono ricevere turisti, tranne Paraíba, Mato Grosso do Sul, Rondônia, Rio Grande do Sul e Tocantins.
Per quanto riguarda le rotte marittime e terrestri, gli stranieri possono entrare per attività commerciali e lavorative, ma i viaggi turistici sono comunque vietati.